Voli
Autonoleggio
Alberghi Agriturismo Ristoranti Guide Turistiche
  Cerca Alberghi a BRIATICO
altra destinazione
Benvenuto a BRIATICO
La fondazione di Briatico Ŕ per tradizione fatta risalire ai Locresi, al tempo del loro passaggio a Hipponion;Le prime testimonianze certe sull'esistenza di Briatico risalgono al XII secolo quando Ruggero il Normanno, in una bolla riguardante la fondazione della diocesi di Mileto, accenn˛ al piccolo centro di Euriatikon (l'attuale Briatico). La stessa denominazione fu poi riportata in dieci pergamene compilate tra il 1130 e il 1271. In questi documenti si legge che nel 1276 il territorio di Euriatikon si estendeva dal fiume Trainiti al fiume Potame, comprendendo ben ventidue borgate. Il toponimo Briatico si riscontra, comunque, anche nel XIII secolo accanto a quello di Euriatikon. Durante il periodo feudale la cittadina pass˛ sotto vari domini. Niccolo de Trayna l'ebbe nel 1269 dal re Carlo I d'Angi˛ e la tenne fino alla morte avvenuta intorno al 1278. Fu poi la volta di Adamo d'Elmis (fino al 1304) a cui seguirono Gilberto de Santillis, Leone da Reggio, gran siniscalco del Regno di Napoli, e sua figlia Sibilla che, andata in sposa a Pietro III Ruffo conte di Catanzaro, gli port˛ in dote alcuni feudi tra cui Briatico. Ai Ruffo di Catanzaro rest˛ fino al 1404 quando, per le ribellioni al sovrano, Nicolo Ruffo fu spodestato da re Ladislao che vendette Briatico a Rinaldo d'Aquino barone di Castiglione. Nel corso dell'ultimo secolo del Medioevo numerosi furono i mutamenti nella signoria su Briatico. Dai d'Aquino il borgo and˛ ai Ruffo di Montalto per passare, poi, a Marino Marzano (per successione materna) che lo ebbe fino al 1464 e, successivamente, a suo genero Leonardo di Tocco che lo detenne per soli tre anni. Il 1494, data riportata sotto lo stemma cittadino in cifre romane, Ŕ l'anno in cui Briatico diventerÓ cittÓ libera, governata da un sindaco.

Della vecchia cittÓ, che sorgeva su un colle alla destra della fiumara Murria, rimane ben poco, sono visibili i ruderi del castello medievale fatto edificare da Ferdinando Bisbal e le rovine dell'antico borgo. Belle le torri la Rocchetta e Torre Sant'Irene, costruite in difesa alle incursioni barbare in prossimitÓ della spiaggia (sec XVI). Nel territorio comunale tracce di residenza di antiche popolazioni: Necropoli romane di etÓ imperiale e avanzi di un complesso edilizio (forse termale) anch'esso di etÓ imperiali; vi sono grotte eremitiche medievale lungo la valle del Murria, denominate "Grotte delle fate". La struttura religiosa di maggior prestigio anche se rimangono ben poche vestigia Ŕ il Convento dei Padri Domenicani fondato nel 1498 e della chiesetta di Santa Maria del Franco di etÓ normanna (sec. XI) distrutti dal terremoto del 1783.

Alberghi presenti: 9 - Inizio Lista


Foto
Albergo
Indirizzo
Localita
Euro
Stelle
  Loc. Solaro
   BRIATICO (VV)
-
  Loc. Punta Saf˛
   BRIATICO (VV)
-
  Loc. S. Irene
   BRIATICO (VV)
-
  Via Lungomare 1
   BRIATICO (VV)
-
  Loc. S. Giorgio
   BRIATICO (VV)
-
  Loc. Brace
   BRIATICO (VV)
-
  Loc. S. Irene
   BRIATICO (VV)
-
   ALBATROS
  Loc. Punta Saf˛
   BRIATICO (VV)
-
   SOLARI
  Via Nazionale
   BRIATICO (VV)
-

Alberghi presenti: 9 - Inizio Lista

Tutti i comuni della Provincia di

briatico
briatico brognaturo cessaniti drapia
filadelfia
jonadi joppolo limbadi nicotera
parghelia
pizzo ricadi san calogero serra san bruno
Copyright © 2006 Alberghi.info - All rights reserved